NEWS

17 Novembre 2018

Impresa del Pantarei Modena che sconfigge la capolista Rubiera.

Campionato Nazionale A2 di Pallamano

Pantarei Modena-Secchia Rubiera  28/21 (p.t. 14/14)

 

Modena: Piccinini 8, Barbieri 4, Alpi 5, Pieracci 5, Resci, Rolli, Memeo 3, Meletti,Pugliese 1, Albertini 1, Prandi , Hajfrej, Gharib,Lazzari,Turrini 1, Vaccari. All. Francesco Sgarbi

 

Rubiera: Bartoli, Boni 2, Bortolotti 2, Giovanardi 8, Patroncini 2, Rivi, Salati, Sentieri 1, Ferretti, Filippini 1, Giberti , Jendoubi, Mazzieri, Panettieri 2, Mezzetti, Mila 3. All. Marco Agazzani.

 

Arbitri : Sig.ri Cifarelli – Dana.

Spettatori 300 circa.

Rigori : Modena  6/6  , Rubiera  5/7.

Esclusioni : Modena 4 gialli + 1 rosso ( tot.10 m.)

                    Rubiera  3 ammonizioni.

 

 Impresa del Pantarei Modena che costringe il Secchia Rubiera alla prima sconfitta stagionale.

In un PalaMolza come ai vecchi tempi, la squadra modenese viene accolta dal calore di un pubblico amico che fornisce una cornice alla quale non eravamo più abituati.

Malgrado i tanti motivi dichiarati nel pre partita e le tante motivazioni più o meno di rivalsa reciproca , la partita si incanala subito sul terreno della partita giocata e acquisisce la caratteristica di un lungo braccio di ferro fra le due parti in causa che si fronteggiano punto su punto in un interminabile duello che conduce entrambe le formazioni al riposo in perfetta parità.(14/14).

Da questo primo tempo si evince che l’impresa di Parma non fu un episodio singolo nato in una giornata miracolosa, ma il frutto di un lavoro da parte dei tecnici modenesi e degli atleti modenesi  partito da lontano e che comincia finalmente a dare i suoi frutti.

Sarebbe già buona così, una dimostrazione che il brutto Modena, visto nella prima parte del campionato, è stato ormai sostituito da un Modena concreto e di spessore, con la conferma di una crescita tecnica e atletica  che la porta ormai a lottare alla pari con tutte le squadre.

Nel secondo tempo si riprende dalla  posizione di stallo  con il braccio di ferro che continua colpo su  colpo da una parte e dall’altra, ma i gialloblu ormai hanno capito che non è serata per i rubieresi ed iniziano a forzare creandosi un primo break  e facendo leva su questo per dare l’impronta definitiva alla partita (20/17).

Il Rubiera è in evidente affanno , si mantiene con la testa appena sopra alla linea di galleggiamento solamente grazie ai rigori e a un impennata di esclusioni che potrebbero rimettere la partita subito in equilibrio, ma i modenesi sono bravissimi in questa serata magica a non perdere la bussola , e con un Alpi e un Piccinini particolarmente ispirati, passa indenne la bufera mantenendo inalterato lo scarto e ogni minuto che passa è un chiodo messo sulla partita.

Il Rubiera tenta l’ultima disperata soluzione, negli ultimi 10 minuti con una difesa più profonda, ma il Modena di questa sera non si lascia certo intimidire da una soluzione tattica che offre il fianco agli attaccanti modenesi per trovare ampi corridoi nella via verso la rete avversaria.

Si passa così dal 23/20 al 28/21 che chiude definitivamente la partita …e adesso è un altro campionato che comincia!

 

Fotogallery