Serie A2 - Prima di campionato

Campionato Pallamano Serie A2 – girone B   

S.Lazzaro Bologna- Pantareitalia Modena 29/23 (14/14)

San Lazzaro: Calistri (5), Casolari, Rossini 1, Bozzoli 2, Dallari, Norfo 2, Tuschi, Simiani 1, Cimatti(4), Cremonini, Magri, Garau (4), Argentin (8), Venturi (2), Mula (1), Dall’olio 1 Allenatore Andrea Fabbri

Bernardi Lorenzo (P) , Stallo Simone (6), Pugliese Alessio (7), Prandi Matteo ()1,  Boni Enrico (2), Morselli Luca (1), Zoboli Davide (7), Oliviero Daniele , DallariLodovico (P), Turrini Alessio , Pollastri , Pannone Ascanio, Caretti Lorenzo(p), Vezzelli Pietro. Allenatore: Francesco Sgarbi

 

In sintesi: il Modena resiste per un tempo intero alla superiorità della squadra  bolognese dopodichè è costretto a cedere il passo.

Di fronte a un numeroso pubblico che ha riempito il palazzetto Yuri di S.Lazzaro, il campionato di Pallamano di A2 riprende con una partita che costituisce un classico, San lazzaro Bologna contro Pantarei Modena. Il Bologna ha costruito un organico di ottimo livello senza scomodare stranieri o quant’altro, ma semplicemente favorendo il rientro di alcuni propri giocatori di  buon livello .

Il Modena perviene invece all’A2 con il proprio organico di giovani impreziosito dall’inserimento di tre giocatori di esperienza nonantolana.

Delle due squadre quella più palesemente in difficoltà è il Modena che è arrivato in affanno al traguardo di partenza grazie alle tante vicissitudini che ne hanno ostacolato la preparazione in partenza, tanto che a tutt’oggi la squadra appare ancora incompleta e in ritardo di preparazione.

Ciononostante[C1]  è proprio il Modena a partire meglio sorprendendo i più navigati ed esperti bolognesi con una difesa efficace corroborata da ottime parate di un Bernardi particolarmente in forma: all’intervallo il punteggio di 14/14 premia la squadra modenese e costringe quella bolognese  a un ripensamento di strategia.

Nel secondo tempo infatti scende in campo un Bologna più determinato, grintoso e veloce che mette subito alla corda i modenesi costringendoli all’affanno: da qui inizia una deriva che fa scivolare inesorabilmente il risultato verso la sponda rossoblu.

Partita corretta, ben giocata e ben diretta .

Non si può dire che la Pantarei Modena abbia risentito negativamente del salto di categoria perché per un tempo intero ha lottato pressochè alla pari, dimostrando spirito , mentalità e carattere, ma c’è bisogno di tempo per poter lavorare con calma nella costruzione della squadra e nella crescita dei giovani.


 [C1]o

 

Fotogallery