NEWS

4 Ottobre 2020

EDITORIALE

SONO INIZIATI I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE.

“Quello del Palamolza è un cantiere che il mondo sportivo aspettava da tempo ma che ora, nell’ottica dell’avvio di un percorso verso la ripartenza, acquista un significato ancora maggiore”. Il progetto di riqualificazione del Palamolza,  riguarda principalmente il padiglione B della struttura, sul lato del Novisad, sarà demolito e ricostruito in modo da ospitare un campo da pallamano che rispetti gli standard regolamentari per la serie A1 e le partite internazionali . I lavori riguarderanno anche il tetto che sarà ricostruito con travi in legno a elementi curvi con un raggio di 30 metri che andranno a caratterizzare il nuovo padiglione scandendo e misurando lo spazio interno. Previsti anche interventi di adeguamento alle normative antincendio, oltre alla verifica di vulnerabilità sismica dell’edificio e a eventuali interventi di miglioramento. Sarà rivisto infine anche l’impianto di illuminazione con la sostituzione delle lampade attuali con lampade a led che permetteranno di ridurre il consumo di corrente elettrica di quasi la metà. La storica struttura sportiva del Palamolza è utilizzata complessivamente per oltre tremila ore all’anno come palestra a servizio degli istituti scolastici del centro cittadino e come sede degli allenamenti e delle gare della squadra modenese di pallamano ed è inoltre sede di supporto logistico per molti eventi, sportivi e non, che si svolgono in città.

 

Una struttura completamente rinnovata che ospiterà finalmente un campo da gioco regolamentare e destinato a diventare la casa della Pallamano Modena.

 

La decadenza ormai irreversibile dello storico Palazzetto dello Sport, noto come PalaMolza e caro a tante generazioni di sportivi modenesi ha ormai dato il via a un nuovo percorso e a una nuova storia che inizieranno a Ottobre 2021 quando verrà finalmente riconsegnato alla cittadinanza sportiva modenese  un rinnovato impianto pronto ad ospitare nuove generazioni di sportivi modenesi. I lavori per la nuova struttura dureranno un anno e, di seguito, saranno realizzate le finiture sportive.

La Scuola Pallamano Modena è anch’essa in fase di ristrutturazione, ma è ancora viva e vegeta , malgrado cassandre e gufi vari . Così come sono iniziati i lavori di ristrutturazione del PalaMolza, (che rinascerà come impianto ufficiale della Pallamano modenese a ottobre del 2021) , altrettanto stiamo facendo noi, preparandoci a rientrare nel rinnovato palazzetto modenese nella prossima stagione agonistica, rinnovati nell’organico e nelle ambizioni.

Di questi tempi, negli anni scorsi, eravamo già in campo a giocare contro le varie avversarie di campionato, mentre adesso stiamo ancora vagando da una palestra all’altra, sistemando campi e avviando nuovi corsi di Pallamano.

E’  chiaro che in quest’anno di sofferenza e transizione non ci siamo dati l’obiettivo di vincere campionati e coppe varie, ma semplicemente di mantenere la rotta e l’orientamento su quelli che sono sempre stati i nostri punti di riferimento, ovvero la valorizzazione del nostro settore giovanile e la diffusione della Pallamano sul territorio.

Malgrado gli ultimi anni di tribolazione e l’emorragia continua di giocatori in fuga verso nuove terre promesse, malgrado le turbolenze societarie , gli abbandoni e i tradimenti, le volpi nel pollaio e i gufi sugli alberi , nonostante  lo tsunami politico e le idi di Marzo , nonostante il coronavirus e il lock down,  siamo ancora qua a praticare quella pallamano che ricorda un po’ quella delle origini, fatta di fatica e sacrifici, di adattamenti continui e di tanta passione.

Un rinnovato Consiglio societario, composto da persone che hanno portato il loro entusiasmo, le loro competenze e la loro voglia di fare, nel pluralismo delle opinioni ma senza visioni divergenti, tutti a tirare la carretta come si suol dire, in modo semplice e ammirevole: una nuova squadra a tutti gli effetti che speriamo riesca a costruire un nuovo modello dirigenziale societario che costituisca un autentico punto di riferimento.

Per la squadra seniores è doveroso segnalare il ritorno in maglia gialloblu di tanti ex giocatori che sono stati negli anni passati delle autentiche bandiere societarie , giocatori che avevano smesso per impegni di studio, per lavoro o per altre scelte di vita, ma che sono maturati come persone , hanno capito il momento di difficoltà societaria e sono ritornati per dare una mano, memori degli anni trascorsi con la maglia gialloblu.

Anche se non vinceranno alcun campionato hanno già vinto una partita bellissima, quella che li vede  interpreti del concetto di plus valore del colore della propria maglia societaria, un valore che non si acquista con il carrello della spesa al mercato delle vanità, ma che si costruisce negli anni, giorno dopo giorno, condividendo gioie , sofferenze, aspettative, amicizie.

Negli anni migliori la Scuola Pallamano Modena poteva contare 150 atleti tesserati: oggi, dopo solo due settimane dalla ripresa degli allenamenti, abbiamo già scalato la vetta dei 100 tesserati con una filiera completa che va dall’under 13 alla seniores, con l’ingresso nella filiera di una nuova squadra under 15 femminile e con alcuni settori che sono già ora in forte espansione malgrado tutte le difficoltà.

Difficoltà che non nascondiamo, che affrontiamo ogni giorno negli spostamenti per  il raggiungimento delle palestre che ci ospitano, nei protocolli Covid, nelle relazioni col Comune, nei rapporti con le maestre e con le istituzioni scolastiche, nella convivenza in palestre con altri gruppi sportivi, una sfida quotidiana continua che mette a dura prova pazienza e tolleranza, ma che allo stesso tempo ci fortifica nella volontà di  resistere e di voler ritornare più forti di prima.

Fotogallery