Under 19

Sull'orlo della crisi di nervi.

Partita sull’orlo di una crisi di nervi.

 

Al termine di un campionato strano come quello di questa stagione i fattori più importanti  per le squadre che scendono in campo probabilmente sono la stanchezza e la motivazione.

Stanchezza soprattutto psicologica, perché è stato tutto un altalenarsi fra interruzioni, riprese, quarantene domiciliari, recuperi, partite imbastite con formazioni di emergenza eccetera.

Motivazioni perché è difficile trovare motivazioni per  esprimere un valido quoziente agonistico quando tutto intorno a te parla di pandemia e di tribolazione…e allora la partita, il campionato assumono quasi una forma di resistenza, un non voler cedere il passo a qualcosa che vuole  violentare le certezze  con le quali abbiamo convissuto fino a questo momento. Comunque sia , al termine di una stagione tribolata , la Scuola Pallamano Modena si trova a giocare una partita di finale che vale per accedere alla 5^ posizione del campionato regionale, una posizione di tutto riguardo e rispetto se si pensa a tutte le tribolazioni pandemiche e non solo di questa stagione agonistica.

La Serie B ha già concluso la stagione la settimana precedente, chiudendo in modo soddisfacente al 5° posto, appena a un punto dai play-off: adesso tocca ai giovani under 19 confrontarsi con i pari età del Romagna.

La partita inizia in modo equilibrato con le squadre che si studiano e si fronteggiano  cercando di prendere  l’iniziativa del gioco. Gioco che rimane equilibrato, in sostanziale parità per i primi 20 minuti dove la differenza è costituita dalla diversa percentuale di errori.

Il Modena appare più “imbastito”, svagato in attacco con un’alta percentuale di errori elementari e con una difesa che si appoggia più sulla giornata di grazia del giovanissimo Spelta che sui propri meriti, ciononostante riesce a mantenere il passo e addirittura riesce anche ad andare in vantaggio, (10/8) al 20” del primo tempo. A questo punto primo time out del Romagna che resetta la squadra, recupera lo svantaggio e si porta avanti 14/11 al 25 del primo tempo.

Time out gialloblu più per crisi di nervi che per reset della squadra e si va al riposo col Romagna in vantaggio per 16/13.

Nel secondo tempo, malgrado i musi lunghi e le teste basse la squadra modenese sembra aver ritrovato compattezza e tranquillità e palla dopo palla recupera lo svantaggio….dopo 8 minuti di nuovo parità 19/19…si riparte da capo e minuto dopo minuto di nuovo i gialloblu mettono la testa avanti 22/24 al 15 del secondo tempo, di nuovo time out del Romagna che spera di ripetere l’exploit del primo tempo, ma  questa volta  i modenesi si fanno trovare pronti e reattivi  e mantengono il vantaggio.

Da questo momento il Romagna le prove tutte per riagganciare la compagine modenese ma ormai il fato ha decretato che la vittoria di serata sarà vestita di gialloblu ed ecco che nei minuti finali viene buttato in mischia anche il giovanissimo portiere Mejri che ci mette tre provvidenziali pezzoni per mantenere a galla la squadra il resto lo fanno il ritrovato braccio caldo di Pugliese e il rientro dalla pausa onirica delle due ali Vaccari e Martinelli che si ricordano che quando vogliono possono essere due cecchini infallibili , ma soprattutto con la ritrovata compattezza di un intera squadra che ha fortemente voluto il risultato.

 

Modena: Pugliese 12, Vaccari 6, Stallo 5, Martinelli 5, Fiorini 1, Prandi 1, Piazzi 1, Mejri (P), Ghelfi, Spelta (P), Bagnoli, Gandolfi.

Link
Fotogallery