iN fINALE

Serie B Pallamano maschile -Play off

MODENA-FAENZA 25/25 (P.T. 12/13)

Al termine dei supplementari 29/26 Modena si qualifica per la finale per il primo e secondo posto

Modena: Alpi Marco 1, Ben Henia Nadir, Benatti Mario, Dallari B.Lodovico (P), Dallari B. Guido, Fiorini Andrea, Mejri Omar (P),Pollastri Luca 4, Pugliese Alessio 11 , Prandi Matteo 3 , Stallo Simone 3 , Torri Giovanni, Turrini Alessio, Vezzelli pietro, , Vaccari Paolo 7, Spelta Luca(P).       Allenatore Francesco Sgarbi

Arbitri ; Kurti Julian – Idammou Ismail

Una finale che non ha tradito le aspettative, partita intensa, al cardiopalmo con due squadre che sostanzialmente si sono equivalse e d’altronde non poteva essere diversamente per due squadre che ambivano entrambe alla promozione, uno spot promozionale per la pallamano che ha infiammato il numeroso pubblico intervenuto per l’evento sportivo.

Modena e Faenza si erano già incontrate due volte nel corso della regular season ed entrambe le volte il Faenza era riuscito a prevalere al termine di due partite combattute ed intense. Dicono che non c’è due senza tre, ma questa volta, il tre non c’è stato perché il Modena è riuscito in un’impresa non solo tecnica, ma anche e soprattutto emozionale, supportato da un pubblico che è stato l’autentico uomo in più a bordo campo, un pubblico che ha sostenuto e incoraggiato i gialloblu anche e soprattutto nei momenti bui e di difficoltà e i ragazzi di Sgarbi hanno risentito positivamente di questo continuo incoraggiamento che li ha spronati a non mollare mai.

D’altronde in casa gialloblu c’era la consapevolezza che uno dei punti critici modenesi era la panchina corta  che non consentiva variazioni e cambi significativi, in altre parole, i 7 in campo erano consapevoli che avrebbero dovuto guadagnarsi la vittoria rimanendo in campo dal primo all’ultimo minuto.

Lo svolgimento della partita ha ricalcato un po’ lo schema dei due precedenti incontri con la sola differenza che il numeroso pubblico a sostegno dei gialloblu non ha mai consentito ai propri beniamini di cadere nella tentazione del rilassamento e allo stesso tempo li ha ripresi e incoraggiati nei momenti di difficoltà.

Primo tempo molto equilibrato, si procede sempre su vantaggio e pareggio fino al 10/10. Al 22’ mini break del Faenza che si porta sul +3 ma i ragazzi in gialloblu riescono a rintuzzare il tentativo di fuga chiudendo il primo tempo  sul 12/13.Nel secondo tempo, recuperate un po' di energie, tocca al Modena pareggiare e imporre un break  di +4 (18/14 al 13°).

Sembra fatta, ma invece la Partita è ancora lunghissima: il Modena cerca di gestire il vantaggio per arrivare fino in fondo, ma il Faenza non ci sta, la stanchezza comincia a farsi sentire, due rigori sbagliati e altrettanti tiri a colpo sicuro falliti riaccendono le velleità degli ospiti che riprovano a farsi sotto e ci riescono: a 8 minuti dalla fine il punteggio  è di nuovo in parità 21 a 21. Due fiammate consecutive dei modenesi consentono di nuovo il doppio vantaggio ai gialloblu, ma bruciano le energie residue e il Faenza trova l’occasione per pareggiare e poi portarsi in vantaggio a 2 minuti dalla fine, per fortuna ci pensa Pugliese che pareggia immediatamente.

L’ultimo attacco è del Faenza che spreca, Sgarbi chiama time out a 16 secondi dalla fine, Modena in possesso di palla chiama schema per Vaccari, uno degli eroi della partita che però in questa occasione si fa parare il tiro dall’ala,… e qui si conclude la partita regolare.

Nessuna dilazione emotiva viene concessa  nell’intervallo, crampi , fatica, energie nervose, il pensiero unico è portare a casa il risultato negli ultimi 10 minuti di tempi supplementari.

Il Modena parte male facendosi parare subito all’inizio un rigore, ma per fortuna sulla ribattuta  viene fischiato  di nuovo un rigore a favore , stavolta batte Pugliese e ci si porta sul +1.

L’episodio chiave probabilmente è subito dopo , a 2,30 del 1° tempo supplementare Modena avanti di 1, rigore per il Faenza che potrebbe far ripartire un equilibrio incerto. Nonostante  il portiere Dallari sia stato uno dei protagonisti principali della partita, viene sostituito sul rigore dal giovanissimo, ma gigantesco Mejri  che para il rigore a Montanari che fino ad ora non ne aveva sbagliato neppure uno contro i 4 ciccati dal Modena.

Mejri para chiudendo lo specchio della porta e sull’ azione successiva il Modena trova subito il gol del +2.

Trovarsi a + 2 in un tempo da  5 minuti a due minuti dalla fine infonde sicurezza e coraggio ai ragazzi modenesi che da questo momento non hanno più problemi a gestire la partita e portano il risultato in sicurezza concludendo la partita sul 29 a 26 conquistandosi così il diritto di accedere alla finale per il primo e secondo posto contro il Nonantola  che ha vinto  31/28, senza faticare eccessivamente, contro il Marconi Jumpers.

Domani , oltre al divario determinato dal potenziale tecnico delle due squadre, ci sarà da lottare anche contro il divario di energie psico fisiche a disposizione delle due squadre.

Comunque sia  possiamo solo rallegrarci che la final four abbia rispettato la classifica della regular season e soprattutto che a contendersi l’accesso alla serie A2 siano due squadre modenesi.

Sarà difficile chiedere un ulteriore sforzo ai giovani gialloblu, ma questi ragazzi , non dico che ci hanno abituato ai miracoli, ma ci hanno regalato la certezza di essere un gruppo fantastico sul quale si può comunque fare sempre affidamento.

 

 

Link
Fotogallery
Video