Gemellaggi e collaborazioni.

Sarà un altro fine settimana intenso per la Pallamano Modena

 

Domenica 11 Settembre, alle ore 18.30 a Nonantola, debutto “casalingo” della Pantareitalia-Modena contro il Bologna United .

 

Il Bologna United è reduce da una chiara vittoria contro il Sassari, mentre il Modena è reduce dalla  sconfitta contro il Bologna San Lazzaro.]

 

Una sconfitta che non ha lasciato strascichi poiché i giocatori in campo non si sono risparmiati e hanno dato vita a un bell’incontro che ha visto uscire tutti soddisfatti dal campo.

 

Anche per quest’anno l’impianto di riferimento per le partite casalinghe sarà il campo di Nonantola poiché il PalaMolza risulta ancora inagibile per gli interminabili lavori di rifacimento.

 

E’ doveroso sottolineare come siano state proprio le società stesse, che per anni sono state acerrime rivali in campo e molte volte anche fuori campo, a prestare solidarietà alla società modenese mettendosi a disposizione in queste stagioni sportive per offrire un aiuto concreto e solidale a dimostrazione che lo sport può essere un veicolo eccezionale di promozione della solidarietà e di condivisione di valori positivi.

 

Non è un caso che le tre società che si sono avvicinate con progetti di gemellaggio e condivisione siano proprio le 3 storiche artefici della pallamano sul territorio: Modena, Nonantola e Rubiera. Quest’anno il gemellaggio con il Rubiera ha consentito di dare casa a tutti i ragazzi dell’under 17 e dell’under 20 che potranno così continuare nel loro percorso sportivo arricchendolo ulteriormente grazie alla condivisione progettuale con gli altri atleti del Rubiera.

 

Con il Nonantola esiste invece un accordo per l’ospitalità della squadra femminile e per tutte le partite dei campionati maggiori e giovanili.

 

Come è facilmente intuibile, I problemi maggiori per Modena sono quelli logistici visto che da 2 anni non può più utilizzare il PalaMolza, oggetto di interminabili lavori e oltre a chiedere ospitalità a Nonantola e Rubiera dovrà anche appoggiarsi alla Polivalente 87 Gino Pini per tutta l’attività corsistica dei bimbi e delle bimbe sotto ai 15 anni.

 

Un ultima postilla in nota: speriamo di poter avviare percorsi di consultazione e condivisione anche con i responsabili dello Sport modenese, affinchè si possa avviare un percorso di collaborazione, così come è stato con Rubiera e Nonantola; siamo consapevoli che non esistano soluzioni semplici a problemi complessi, ma siamo altresì convinti che si possa fare molto di più per offrire soluzioni più adeguate alla pratica sportiva della Pallamano in città.

 

Di fatto nessuna delle squadre modenesi ha trovato un campo per allenarsi a Modena e tutte le partite si disputeranno presso gli impianti di Nonantola e Rubiera.

 

E’ un dato di fatto che non vuole stimolare pruriginose polemiche, ma semplicemente indurre alla riflessione sulla tanto decantata capacità modenese di offerta sportiva. 

 

Fotogallery