Vittoria corsara di Pantareitalia-Modena in trasferta.

Può anche darsi che alla fine la Pantarei-Pall.Modena sia costretta alla retrocessione, ma per adesso non si può dire che la squadra non sia all’altezza del Campionato di serie A2.

Il primo tempo con il Bologna San Lazzaro, una delle squadre candidate alla promozione insieme a Ferrara  e Cingoli, è terminato in parità .

Il primo tempo con il Bologna United è addirittura terminato con un ampio vantaggio a favore dei modenesi prima della resa finale del secondo tempo. A causa di energie esaurite.

Il primo tempo con la neo promossa Monteprandone, rinforzata con giocatori di categoria superiore è terminato in vantaggio di solo una rete quindi la paura era che si ripetesse il canovaccio delle due precedenti gare.

Non occorre essere dei luminari dell’analisi tecnico-tattica per capire che la difficoltà dei secondi tempi è  determinata essenzialmente dal fatto che la squadra modenese, nel periodo della preparazione campionato è stata costretta a subire un fondamentale vulnus…non ha potuto allenarsi in modo adeguato a causa della mancanza di un proprio impianto sportivo e in parte al ritardato annuncio del reintegri in serie A2 che ha colto buona parte dei giocatori in vacanza.

Si può dire che la pallamano Modena stia completando solamente ora le 4 settimane di preparazione precampionato utilizzando le partite stesse di Campionato  come metodo ALERNATIVO DI PREPARAZIONE.

Nella partita con il Monteprandone, anch’essa all’esordio in A2 e anch’essa squadra coriacea che non ha ancora totalizzato punti, ma che ha sempre messo in difficoltà le proprie avversarie fino all’ultimo minuto, il Modena sembra avere preso le misure nella distribuzione dei ritmi e delle fatiche.

Riesce  non solo a rimanere in campo nel secondo tempo , ma addirittura a prendere il largo tanto che perviene al 15 sul vantaggio di +4,(21/25) poi comincia a rifiatare e a subire il ritorno veemente degli avversari , al 20° +2 (26/28) , riaffiora l’incubo delle ultime due partite, il finale senza energie, ma questa volta succede qualcosa di miracoloso, un colpo di coda fino a ieri impensabile, un guizzo finale che non è atletico , ma solo etico perché rende giustizia a questa squadra che non finisce di stupire e riprende a vincere.

Il risultato finale di 27/37 per i colori gialloblu punisce oltre misura il Monteprandone ma allo stesso tempo rende giustizia ai colori gialloblu che questa volta sono riusciti a trasformare a proprio favore gli episodi salienti della partita.

Nota particolare di merito a uno stratosferico portiere (Bernardi) e all’ottimo esordio in categoria di Terrasi Riccardo. Da segnalare anche il cartellino rosso al bomber gialloblu Pugliese che per un attimo ha fatto tremare la panchina modenese , ma che ha innescato una reazione di orgoglio vincente.

 
Fotogallery